Il Liceo Scientifico “Maria Ausiliatrice”, si propone, secondo le nuove indicazioni ministeriali, di approfondire il nesso tra scienza e tradizione umanistica, favorendo l’acquisizione delle conoscenze e dei metodi propri della matematica e delle scienze sperimentali. Inoltre  intende formare lo studente nell’ambito delle conoscenze, delle abilità e delle competenze necessarie per seguire lo sviluppo della ricerca scientifica e tecnologica. Lo studente dovrà, dunque, alla fine dei cinque anni,  riuscire ad accostarsi  in modo interdisciplinare alle molteplici interazioni tra le diverse forme del sapere, assicurando la padronanza dei linguaggi, delle tecniche e delle metodologie relative. Il grado di preparazione è tale da corrispondere in maniera significativa alle esigenze dei giovani e della società. Il discente mentre studia deve saper tradurre in progetto di vita quanto viene proposto, acquisendo le seguenti competenze alla fine del curricolo:

– flessibilità e capacità di adattarsi a situazioni nuove;
– lavorare in maniera autonoma e in gruppo;
– interagire costruttivamente e con contributi personali in ambiti di discussione libera e guidata;
– confrontarsi con la realtà  in chiave educativa;
– confrontare la propria cultura con quella europea;
– valorizzare gli apporti culturali della propria tradizione, cogliendoli nella loro evoluzione storica.

Attraverso questo liceo si tende a formare i giovani, nella consapevolezza che l’educazione debba favorire la loro crescita integrale per essere, come diceva don Bosco, “onesti cittadini e buoni cristiani”. In tal senso questo Liceo  vuole preparare professionisti in grado di entrare nella nostra società con “scienza e coscienza”.

PIANO DEGLI STUDI del LICEO SCIENTIFICO

Il Piano di Studio di questo indirizzo si basa sulla comprensione e connessione tra cultura umanistica e sviluppo dei metodi critici e di conoscenze proprie della matematica, delle scienze fisiche e naturali, delle forme moderne della comunicazione (in diverse lingue)  e delle invenzioni tecnologiche.

DISCIPLINE I anno II anno III anno IV anno V anno
Lingua e letteratura italiana 4 4 4 4 4
Lingua e cultura latina 2 2 2 2 2
Lingua e cultura inglese 3+1* 3+1* 3 3 3
Storia e geografia 3 3 / / /
Storia / / 2 2 2
Filosofia / / 3 3 3
Matematica 5 5 4 4 4
Fisica** 2 +1** 2+1** 3 CLIL 3 CLIL 3 CLIL
Scienze naturali 2 2 3 3 3
Disegno e storia dell’arte 2 2 2 2 2
Religione 1 1 1 1 1
Scienze motorie e sportive 2 2 2 2 2
Lingua e cultura spagnola 2 2 1 1 1
Totale ore 30 30 30 30 30

Si è potenziato l’approfondimento dello studio delle lingue straniere per permettere di porre le basi per la costruzione di conoscenze e confronto tra diverse culture privilegiando due lingue comunitarie: inglese e spagnolo.

*Un’ora di lezione è svolta in compresenza del lettore madrelingua

**L’ora in più di fisica sarà svolta con metodologia CLIL in compresenza tra docente di fisica e lettore madrelingua. Come prescrivono le indicazioni ministeriali riguardo la metodologia CLIL, questa ha come finalità quella di far acquisire contenuti disciplinari migliorando le competenze linguistiche nella lingua veicolare (in questo caso l’inglese), utilizzata come strumento per apprendere e sviluppare abilità cognitive.